Typick logo

Abbordare e Rimorchiare in Chat

Consigli su come e cosa scrivere alle ragazze e ai ragazzi che ci interessano

Precauzioni

Prima di avviare un dispensario di consigli su come e che cosa scrivere in chat, senza dubbio la prima precauzione riguarda la privacy: è importante evitare di svelare dettagli particolareggiati e informazioni chiave di sé come indirizzi di casa, del posto di lavoro e, men che meno, numeri di telefono.

Su Facebook questo è possibile farlo perché, nella maggior parte dei casi, si agisce "ad armi pari", ossia entrambi hanno reso pubbliche le proprie identità e le proprie attività; ma in un sito di incontri qualcuno dei due potrebbe non essere del tutto sincero.

Prima di scambiarsi generalità dettagliate, è sempre meglio lasciar passare il tempo necessario a potersi conoscere più che bene e a farsi un'idea della personalità di chi stiamo contattando; e quando avremo deciso di svelare la nostra identità, è importante informare almeno una persona di nostra fiducia sullo scambio avuto.

Fatta questa importante premessa, passiamo ad affrontare il cuore del tema.

L'abbordo

Per avere una dimensione completa della situazione, è bene comprendere che contattare una persona in chat significa irrompere nella sua vita in un dato momento che non sapremo mai quale sia precisamente: la persona potrebbe essere felice o scontenta, indaffarata o sfaccendata, sola o in compagnia. Ma, soprattutto, potrebbe aver ricevuto una miriade di profferte prima della nostra, la qual cosa potrebbe renderla felice o potrebbe annoiarla o persino infastidirla. E tutto dipende soltanto dalla sorte del momento.

Un sito di incontri non è uno strumento che ti farà bruciare le tappe su un lavoro di ricerca dell'anima gemella, ma un'opportunità per potervi riuscire. Quindi bisognerà impegnarsi e tenere a freno l'impeto di ottenere tutto subito.

Prima di tutto, le persone ricevono molti approcci diversi, e perciò il primo obiettivo sarà dimostrare che si è unici e non banali. E la migliore strategia per farlo, dunque, è che bisognerà sempre pensare a qualcosa di diverso da quello che potrebbe essere normalmente e suscitare curiosità e interesse.

Ma da dove partire? Per saperlo, bisognerà analizzare bene il profilo della persona che si andrà a contattare per provare a capire che cosa le piace o che cosa non gradisce, così da da poter esordire nella conversazione partendo da un argomento che le susciterà interesse.

Il solito "Ciao" d'esordio non darà frutti, e nella migliore delle ipotesi verrà contraccambiato da un altrettanto "Ciao" che riporterà tutto al punto di partenza. E, in linea di massima, tutte le frasi chiuse (quelle, cioè, che presuppongono un "sì", un "no" o comunque un semplice cenno di adesione) interromperanno immancabilmente il flusso della conversazione provocando delle situazioni di stallo della comunicazione. Perciò è conveniente utilizzare frasi aperte per le quali costringere l'interlocutore a rispondere con una frase altrettanto aperta: in questo modo non si sarà costretti a essere gli unici a condurre l'intera conversazione, il che risulterebbe noioso per entrambi.

Dunque, nel primo messaggio che invierai avrai cura di non scrivere una o due parole; ma nemmeno un poema! Un'unica frase andrà bene, che sia ben argomentata e che non contenga un eccessivo numero di proposizioni subordinate (troppe virgole). Un primo saluto troppo lungo potrebbe ottenere due tipi rovinosi di risultato: chi ci dovrà rispondere potrebbe rinunciarvi del tutto perché si sentirà costretto a concepire un pensiero altrettanto lungo, oppure potrà rispondere con una frase affettata e deludente per le nostre aspettative.

Non è superfluo ricordare di essere sempre gentili ed educati: sono qualità gradite a tutti, che non la volgarità e le sfuriate inopportune.

Mantenere i contatti

Spesso accade di non ricevere una risposta immediata al primo saluto o nelle fasi inoltrate della chat. Un errore da evitare assolutamente è di incalzare con una catena di messaggi a vuoto: i risultati potrebbero essere che si rischierà di incorrere in un vero e proprio stalking fastidioso e dissuasivo, oppure di portare avanti un soliloquio che, con ogni probabilità, si incartarterebbe su se stesso con argomenti e considerazioni senza alcun fondamento reale, mandando all'aria tutto il lavoro precedente. L'unico modo per vincere questo tipo di ansia da prestazione è di concentrarsi sull'idea che "chi non ti ama, non ti merita" e passare appresso. E l'unico modo per non incorrere in questa spiacevole situazione è di scrivere ogni messaggio come se fosse l'ultimo, così da non doversi mai rimproverare nulla di sbagliato qualora non si dovessero più ricevere risposte.

L'ultimo consiglio per ottenere successo nelle tue chat è che se senti che ti stai avvicinando al tuo intento, qualunque esso sia, non cadere mai nella tentazione di strafare: un vecchio adagio recita "tutto arriva a chi sa aspettare".

di Typick

Typick® v. βeta 2021 - © tutti i diritti riservati
Trattamento dei Dati Informatici e Privacy
Termini e Condizioni d'Uso